“Money Honey” il 28° DJ show di “From My Home To Yours”

“Money Honey” è stato il titolo del 28° DJ show di Bruce Springsteen sulla radio satellitare SiriusXM, per la serie “From My Home To Yours” andato in onda oggi 15 settembre sul canale E Street Radio. Il tema della puntata come si desume già dal titolo –  preso in prestito da un grande successo del 1953 di Clyde McPhatter & the Drifters – è “il denaro” e la playlist ha compreso brani di Wanda Jackson, The Killers, Vampire Weekend, James Brown, Clarence Clemons e altri. Prima di “MoneyGrabber” di Fitz & the Tantrums, Springsteen ha raccontato una storiella assai “divertente”su Trump, definendolo alla fine “un dannato arraffatore di soldi”.

A seguire, la trascrizione tradotta della puntata e i video delle canzoni in playlist. In alcuni casi, potrebbe essere stata riprodotta una versione della canzone diversa da quella inclusa in questo post.

ASCOLTA L’AUDIO ORIGINALE (a breve il link)

Ciao giocatori d’azzardo, vagabondi, amici, familiari, imbroglioni e ladri, benvenuti al vol. 28 di “From My Home to Yours, intitolato “Money Honey”.

“Money Honey,” Wanda Jackson

“Money on Straight,” The Killers

Erano i Killers con “Money on Straight” mentre abbiamo aperto con Wanda Jackson e “Money Honey”. Wanda Jackson è, ovviamente, la First Lady di Rockabilly, che canta la canzone originariamente registrata e pubblicata nel 1953 da Clyde McPhatter e dai Drifters. Lo ha inciso su un EP chiamato “Let’s Have a Party” nel 1958. Patti e io abbiamo avuto la fortuna di vedere Wanda e incontrarla all’Asbury Lanes, alcuni anni fa, e lei era quello che è sempre stata: la prima voce femminile del rockabilly. È stata inserita nella Rock and Roll Hall of Fame nel 2009. È nativa dell’Oklahoman. Si è ritirata dalle esibizioni nel 2019 e ci mancherà. Era meravigliosamente a suo agio e sfacciata, esattamente come quella voce la faceva sempre sembrare. Wanda, ovunque tu sia stasera, ti amiamo.

Wynonie Harris, cantaci “Mr. Dollar”!

“Mr. Dollar,” Wynonie Harris

Wynonie Harris era noto per la sua voce urlante blues, i testi volgari e le sue canzoni rhythm and blues con titoli come “Lolly Pop Mama”, “I Like My Baby’s Pudding”, “Sittin’ on It All the Time”, “Keep su Churnin’ (Till the Butter Comes)” e “Wasn’t That Good.” Sì, lo era, Wynonie, sì lo era. E ora i Vampire Weekend con “Rich Man.”

“Rich Man,” Vampire Weekend

Breve storia all’inizio di questa canzone: da bambino presi lezioni alla scuola di musica di Mike Diehl a South Street (a Freehold). Il signor Diehl aveva una piccola adorabile scuola. Niente di troppo grande. Veniva da un piccolo ranch in stile anni ’50 e faceva una vita serena lì. Alcuni anni dopo, Donald Trump, mentre costruiva uno dei suoi dannati casinò ad Atlantic City, ordinò un mucchio di pianoforti dal mio amico, il signor Diehl. E, naturalmente, si rifiutò di pagarli. Per il signor Diehl, centinaia di migliaia di dollari in pianoforti sono un sacco di fottuti pianoforti, e un sacco di fottuti soldi. E che questo bastardo tenesse duro con il proprietario di una scuola di musica di provincia e alla fine avesse accettato di pagargli qualcosa come sei dollari, fu disgustoso. E danneggiò molto Mr. Diehl in quel momento. Quindi dedicherò questo brano a quello stronzo che se ne sta a Mar-a-Lago, in Florida, in questo momento, a succhiare i suoi scampi e a mentire al resto della nazione. È solo un dannato arraffatore di soldi.

“MoneyGrabber,” Fitz & the Tantrums

“Money Won’t Change You,” James Brown

“Money,” Barbara Lynn

Era Barbara Lynn, con un classico che dice tutto. “Money (That’s What I Want)”, scritto da Berry Gordy (e) Janie Bradford, fu il primo disco di successo della Motown, nel giugno del 1960. Fu eseguito da Barrett Strong. Ora Barrett afferma di aver scritto la canzone con Berry e Janie e il suo nome era lì, ma fu rimosso dal copyright tre anni dopo che era stato scritto. Strano. E poi fu stato restaurato nel 1987, e fu rinnovato il diritto d’autore. E poi fu nuovamente asportato, l’anno successivo, in una lite. Il business della musica classica, sfortunatamente, vi garantisco che si riduce nient’altro che a soldi. Cardi B, spiegacelo tu!

“Money,” Cardi B

“Easy Money,” Bruce Springsteen

Era il sottoscritto, con “Easy Money”, la prima canzone che ho scritto per Wrecking Ball. Tornando a casa da un bar a Red Bank, iniziai a cantare il ritornello. [canta] Take out the dog, I’ll take out the cat... Al volante, cominciai a canticchiare. Improvvisamente mi dissi: “Ho capito!” Guidai velocemente al mio studio. Chiamai la mia squadra e buttai giù una versione approssimativa di quella melodia. Scrissi il resto quella notte sul bordo del letto e la registrai il giorno dopo. Mi piace quando accadono così. Era diretta a tutti quei fessi di Wall Street, che si accaparravano tutti quei soldi facili dopo il crollo del 2008, senza fregarsene di quello che era successo a tutti gli altri. E prima ancora, l’unica e sola Cardi B. Ora ecco Slim Harpo con “I’m Your Break Maker, Baby”.

“I’m Your Bread Maker, Baby,” Slim Harpo

“Dead Presidents,” Little Walter

È uno dei miei bluesmen preferiti, Slim Harpo. (canta) “I’m a king bee, buzzin’ around your hive.” I’m talkin’, (canta), “Rainin’ in my heart.” I’m talkin’, (canta), “Got love if you want it … got love if you want it.” I’m talkin’, (canta), “Come here baby, scratch my back”. Tutto Slim Harpo. Cazzuto. Grande, grande groove. Nato a Lobdell, Los Angeles, influenzato da Jimmy Reed, l’altro mio bluesman preferito. Slim aveva un ritmo groove che lo ha reso uno dei preferiti di tutte le combo blues-rock britanniche degli anni ’60 come i Rolling Stones, che hanno fatto una bella cover di “King Bee”. Come fecero i Castiles, nel 1966. “Baby Scratch My Back”, ovviamente, fu un enorme successo che raggiunse il numero 1 nelle classifiche R&B e arrivò fino al numero 16 nelle classifiche pop. Oh sì… “Baby Scratch My Back”. E dopo Slim, era Little Walter, il genio del Blues Harp, con “Dead Presidents”. Al verde? Diavolo, tutti ricordano di essere stati al verde. Una volta andai a New York City nei primi anni ’70 nella speranza di ottenere $30 che mi consentissero di non essere buttato fuori dal mio appartamento ad Asbury Park. Era troppo tardi, ma avrei ricevuto questi 30 dollari da Mike Appel, il mio manager di allora. Quando arrivai al Lincoln Tunnel, la gentile signora non mi lasciò passare, perché dopo aver aperto il mio ultimo rotolo di 100 penny, gli ultimi soldi che avevo sul pianeta, trovò un centesimo canadese! E 99 centesimi, caro mio, non ti fanno neanche arrivare a New York! Durante il giorno, o avevi un dollaro intero oppure tornavi indietro! Ed è esattamente quello che mi disse di fare! “Gira questa macchina, non hai neanche un dollaro.” Così scesi dall’auto con una cacofonia di clacson che suonavano dietro di me, per le stronzate che stavano succedendo lì, e cercai dentro e fuori quell’auto tutto il tempo fino a che non trovai, da qualche parte sotto il sedile posteriore, un centesimo americano. E lo presi tra pollice e dito, e lo lasciai cadere nella sua mano, e lei lo sbatté sulla sua scrivania di metallo. New York era mia! Avevo il dollaro. Ma dannazione, ero al verde.

“Broke,” Teddy Swims

“Money Back Guarantee,” Max Falcon

Era Max Falcon, che ha bisogno di quella garanzia di rimborso per sentirsi al sicuro. E questa è una splendida registrazione di “Buddy, Can You Spare a Dime?” da una delle grandi, grandi voci americane, Bing Crosby. Divertitevi.

“Brother, Can You Spare a Dime?,” Bing Crosby

Questo è il nostro spettacolo di oggi, gente. Fino a quando non ci incontreremo di nuovo, vi auguro salute, ricchezza, buona fortuna e divertimento. Andate in pace.

“Savin’ Up,” Clarence Clemons & the Red Bank Rockers


_______________________

 

Di seguito i link, le trascrizioni, le playlist con i video e l’audio di tutti i 26 spettacoli precedenti:

Vol 1 – 08/04/2020 – Penso e prego per voi (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Vol 2 – 24/04/2020 – Momenti difficili (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Vol 3 – 06/05/2020 – Parole di speranza (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Vol 4 – 20/05/2020 – Tributo a Little Richard (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Vol 5 – 03/06/2020 – Pensieri e canzoni sulle proteste razziali negli USA (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 6 – 17/06/2020 -Parole dure nei confronti di Trump (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 7 – 01/07/2020 – Little Steven e Southside Johnny (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 8 – 15/07/2020 – Ricordi inediti e suggestioni estive (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 9 – 29/07/2020 – Tutto l’amore per Patti (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 10 – 14/08/2020 –  Ricordi di gioventù (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale 

Vol 11 – 02/09/2020 –  In onore dei lavoratori (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 12 – 16/09/2020 – L’estate che se ne va (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 13 -08/10/20 –  Automobili e strade (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 14 – 28/10/2020 -Eesorcismi, Halloween ed elezioni (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 15 – 25/11/2020 – “music about music” (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 16 – 16/12/2020 – “ Hits of the Week” (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 17 – 22/01/2021 – “ La delusione Trump” (traduzione integrale e playlist)
Audio Originale

Vol 18 -24/02/2021- New Born Soul (traduzione integrale e playlist) 
Audio originale

Vol. 19- 10/03/2021 – Fans and Bands (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Vol.20 – 1/04/2021 – “Here Comes the Weekend” (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Vol.21 – 29/04/2021 -“Waiting on a friend” (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Vol.22 – 26/05/2021 – “Radio, Radio!” (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Vol.23- 09/06/2021- “Old Bones” (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Vol.24- 30/06/2021- “The Night Time Is the Right Time” (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Vol.25- 21/07/2021- “Benvenuti al Frat Party” (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Vol.26- 18/08/2021- “My Hometown” (traduzione  integrale e playlist)
Audio originale

Vol.27- 1/09/2021- “Going To The Chapel” (traduzione integrale e playlist)
Audio originale

Commenta questo articolo