La “sorpresa segreta” di Springsteen nel 2021: alcune ipotesi

Qualche settimana fa Bruce in collegamento con Jim Rotolo su E Street Radio ha annunciato che – in attesa del sospirato tour che potrebbe arrivare, nella migliore delle ipotesi, solo nel 2022 – anche quest’anno ai fans sarà riservata qualche importante sorpresa. “Ho alcuni progetti in arrivo quest’anno – ha rivelato Bruce – ma non dirò quali perché è un segreto e ci sarà una grande sorpresa! Ho impegni quest’anno che daranno ai fans qualcosa con cui ingannare la loro attesa”. Tra segreti e sorprese, proviamo in ogni caso a fare qualche ipotesi, basandoci su aspettative realistiche rimaste “in sospeso” e su vecchi o più recenti rumors che riteniamo al momento più attendibili. Leggi tutto “La “sorpresa segreta” di Springsteen nel 2021: alcune ipotesi”

04 Giugno 1984 – Born In The USA

Accadde oggi! 

Annie Leibovitz

La carriera e la vita di Bruce Springsteen, dopo Born in the U.S.A. non sarebbero più state le stesse. Prima di questo album, il cantante del New Jersey aveva avuto una solida carriera di successo, portando il singolo Hungry Heart (dall’album The River) nella Top 5 e l’album stesso a vendite più che significative, come del resto gli altri della sua carriera, iniziata discograficamente nel 1973. Leggi tutto “04 Giugno 1984 – Born In The USA”

04 Giugno 1984 – Born In The USA

Accadde oggi! 

Annie Leibovitz

La carriera e la vita di Bruce Springsteen, dopo Born in the U.S.A. non sarebbero più state le stesse. Prima di questo album, il cantante del New Jersey aveva avuto una solida carriera di successo, portando il singolo Hungry Heart (dall’album The River) nella Top 5 e l’album stesso a vendite più che significative, come del resto gli altri della sua carriera, iniziata discograficamente nel 1973. Niente a che vedere con i quarantacinque milioni di dischi venduti da Born in the U.S.A. in tutto il mondo; il settimo album fu quello dell’esplosione del mito del Boss a tutti i livelli. Un grande e ormai famoso interprete che diventa una icona assoluta della musica e della cultura popolare a livello mondiale, portando i sette singoli estratti dall’album tutti nel Top 10 statunitense (evento ripetuto solo due altre volte nella storia delle classifiche americane) e il disco stesso a ingaggiare un lungo duello con Purple Rain di Prince per l’album in testa alle classifiche più a lungo tra 1984 e 1985. Leggi tutto “04 Giugno 1984 – Born In The USA”